Le 5 scommesse sportive più curiose di sempre

Ogni appassionato di sport fa previsioni e ipotesi prima di un grande match o di un grande campionato: chi supererà un record, quale squadra vincerà, quando un certo giocatore tornerà da un infortunio, ecc. Vedere se queste previsioni si realizzano e cosa accadrà dopo è, in parte, ciò che rende lo sport divertente ed appassionante da seguire. La maggior parte di queste scommesse le classiche riguardanti il vincitore di una partita o di un campionato, quando verrà segnato il primo punto del match, chi riuscirà a battere un record mondiale. Tuttavia, esistono risultati imprevedibili o scatti di passione che a volte possono produrre risultati folli. Ecco, quindi, le 5 delle scommesse sportive più curiose di sempre.

Papa McIlroy e la scommessa su suo figlio

 Rory McIlroy è una giovane superstar nel mondo del golf, il cui talento è ora riconosciuto da tutti gli appassionati di questo sport. Ma c’è una persona, suo padre Papa Mccllory, che ha da sempre avuto fede in suo figlio. Così tanta da arrivare a scommettere 200 sterline nel 2004 – quando Rory aveva 15 anni – che suo figlio avrebbe vinto il British Open entro i 25 anni. Con una quota di 500/1, è stata una scommessa audace, che però ha dato i suoi frutti facendo incassare al padre 171.000 sterline.

Darren Yates e le scommesse sull’ippica

Darren Yates da tempo mostrava estrema fiducia – mal riposta – nel fantino Frankie Dettori, al punto che sua moglie arrivò sostanzialmente a vietargli di scommettere altri soldi su di lui. Ma Yates non ascoltò e giocò nuovamente 67,58 sterline su una scommessa incredibilmente improbabile: che Dettori avrebbe cavalcato il cavallo vincente in ben sette gare. Incredibilmente fu proprio ciò che successe e Yates ottenne così la bellezza di 550.823 sterline.

 Richard Hopkins e la scommessa su Lewis Hamilton

Molti genitori vanno a vedere gli eventi sportivi dei loro figli e probabilmente vedono uno o due compagni di squadra più talentuosi di altri. A Richard Hopkins successe proprio questo: durante una gara di go-kart del figlio, vide un giovane Lewis Hamilton gareggiare in pista e rimase impressionato dalle sue capacità. Si convinse che Hamilton avrebbe fatto grandi cose nel mondo della Formula 1 e scommise 200 sterline sulla vittoria del giovane in una gara di F1 prima di raggiungere 23 anni. Quando Hamilton ottenne la sua prima vittoria a 22 anni, Hopkins vinse 40.000 sterline. Ora Hamilton è un pilota acclamato e di successo sul quale i fanatici di Formula 1 non esitano a puntare nei nuovi bookmakers AAMS.

Billy Walters e la scommessa milionaria

Billy Walters è un uomo notoriamente fortunato, al punto che i bookmaker di Las Vegas si rifiutano di accettare le sue scommesse. Preso dall’eccitazione del Super Bowl, Walters si ritrovò a scommettere sui New Orleans Saints contro gli Indianapolis Colts una cifra stravolgente. Quanto? La bellezza di 3,5 milioni di dollari sul perdente! Ma ancora una volta Walters ebbe ragione anche se in un’intervista successiva dichiarò di aver esagerato un po’.

La scommessa Germania vs. Brasile

Molti probabilmente ricorderanno la partita della Coppa del Mondo 2014 tra Germania e Brasile. La miserabile squadra brasiliana fu letteralmente presa d’assalto dai gol successivi della Germania che vinse 7 a 1. Nessuno avrebbe creduto che la Germania avrebbe annientato il Brasile in maniera così spietata… nessuno, tranne uno! Un tifoso di calcio sconosciuto infatti, non solo ha scommesso che la Germania avrebbe vinto 7 a 1, ma anche che Sami Khedira avrebbe segnato un gol. Ha scommesso solo 20 dollari vincendone 46.000.