IL SOVRALLENAMENTO, CAUSE E CONSEGUENZE

Possiamo definire sovrallenamento una serie di sintomi fisici che vengono causati da un errato rapporto tra allenamento e tempi di recupero.

Non è sempre facile distinguere quando siamo soggetti a sovrallenamento da quando siamo semplicemente affaticati per un normale sforzo fisico, cerchiamo quindi di capire quali sono i sintomi, quali le cause e soprattutto quali sono le conseguenze.

LE CAUSE DEL SOVRALLENAMENTO

Le cause del sovrallenamento sono sostanzialmente le seguenti:

  • Sessioni di allenamento eccessive e non adatte alla propria preparazioni fisico-atletica ed al proprio stile di vita
  • Sessioni di allenamento eccessive abbinate ad un’alimentazione non adeguata
  • Sessioni di allenamento troppo frequenti e quindi con inadeguato tempo di recupero
  • Sovraccarico nell’assunzione di integratori alimentari (che possono infatti causare il risultato opposto rispetto a quanto ci si aspetti)

SINTOMI E CONSEGUENZE DEL SOVRALLENAMENTO

I sintomi del sovrallenamento si possono manifestare in modi diversi, ad esempio:

  • Forte dolore ed indolenzimento muscolare, in molti casi accompagnati da dolori articolari e tendiniti
  • Stanchezza e fianca durante l’allenamento, che si manifesta già nella fase iniziale dello sforzo, battito cardiaco irregolare e difficoltà di recupero al termine dell’allenamento
  • Variazione dell’appetito
  • Debolezza accompagnata da abbassamento delle difese immunitarie e conseguente facilità di contrarre malattie e malanni (influenza, mal di gola ecc…)

Ne caso in cui siate soggetti a questi sintomi, si consiglia il  massimo riposo per un periodo di almeno una settimana, con priorità all’alimentazione, bisogna garantire all’organismo una consistente e completa assunzione di tutti i cibi fondamentali per il ripristino fisico (proteine, carboidrati, vitamine) quindi carne, pasta, frutta e verdura a volontà.

COME PREVENIRE IL SOVRALLENAMENTO

Ecco una serie di regole utile a prevenire ed uscire dal sovrallenamento, è bene cercare di seguirle per evitare di cadere in questa spiacevole situazione fisica:

  • Innanzitutto seguire un regime alimentare adeguato ed equilibrato, assumendo quindi i vari cibi nelle giuste dosi a seconda dello sport praticato; quindi è necessario razionalizzare e proporzionare l’assunzione di proteine, zuccheri, grassi e calorie nei vari giorni della settimana ed in corrispondenza degli allenamenti;
  • Non bisogna allenarsi consecutivamente per troppo tempo; durante la sessione di allenamento è fondamentale idratarsi ed integrare i liquidi persi.
  • Bisogna riposarsi bene e concedersi un tempo di recupero adeguato tra un allenamento e l’altro; nel caso del body building mai focalizzarsi ed accanirsi nell’allenamento di una sola parte fisica.
  • E’ molto utile adattare la tipologia di allenamento al proprio tenore e stile di vita; questo non sempre è fattibile, ma naturalmente è sempre consigliato dosare i carichi di allenamento in base agli sforzi fisici e mentali che si fanno quotidianamente in ambito lavorativo.

Seguite i consigli e buon allenamento!