Mal di schiena in palestra: ecco alcune soluzioni

Andare in palestra è benefico sotto mille aspetti:

-migliora l’umore per secrezione di endorfine

-migliora l’ossigenazione del sangue

-migliora il trofismo muscolare rallentando il catabolismo età correlato

-mantiene tonici

-corregge il portamento tipico dell’inattività che tende alla cifosi

Andare in palestra va però fatto seguendo tanto semplici, quanto spesso ignorati, accorgimenti e regole di movimento al fine di evitare problematiche articolari e muscolari; in particolare oggi parleremo di schiena.

Sin dalla prima seduta dovremmo imparare tassativamente a mantenere la schiena nella posizione naturale ovvero con le sue curvature cervicale, dorsale e lombare. Questa posizione andrebbe mantenuta durante tutte le esecuzioni, pena problemi più o meno gravi alla colonna.

La cosa più frequente che vediamo è gente che pone e riprende manubri e bilancieri da terra curvando la schiena: poche le cose peggiori di questa in quanto, anche con manubri dal peso irrisorio, la leva sulle vertebre lombari si moltiplica centinaia di volte portando un sovraccarico che puo’ causare ernia discale o protrusione. Qualsiasi peso, anche banale, va raccolto e ripreso flettendo le ginocchia fino ad accovacciarsi, mantenendo cosi la schiena pressochè eretta.

Altri gesti pericolosi, anche per chi li esegue bene, possono essere gli stacchi e  lo squat.

Esercizi tanto importanti quanto degni di massima attenzione, questi portano troppo spesso a posture scorrette le quali traumatizzano in modo più o meno importante , la colonna.

Si puo’ subire una contrattura dei muscoli paralombari nell’ipotesi più felice ma si puo’ anche subire uno schiacciamento vertebrale che porta con sè un dolore importante dovuto allo schiacciamento del nervo interessato nel forame di coniugazione ( l’uscita del ramo nervoso dalle vertebre).

Una protrusione vertebrale, andrà anch’essa a ledere, schiacciandola, l’emergenza nervosa e quindi a creare dolore anche molto forte, nella zona innervata dall’emergenza stessa.

 

Fondamentale nell’esecuzione di stacchi e squat  è seguire alcune regole:

-sollevare pesi perfettamente controllabili e per i quali siamo in grado di eseguire il movimento alla perfezione.

-rimanere concentrati nel movimento dall’inizio alla fine mantenendo la colonna nella sua posizione naturale.

-utilizzare una cintura di buona fattezza che aiuti l’esecuzione del movimento.

Oltre a queste semplici regole sarebbe importante utilizzare un corsetto modellante di buona qualità durante tutta la seduta in palestra; una guaina modellante che avvolga e protegga la schiena.

In commercio ne esistono di molto valide e le loro funzioni sono:

-stringere il punto vita esercitando un contenimento dei visceri durante gli sforzi;

-sostenere la schiena durante gli esercizi impedendo la flessione in avanti, deleteria;

-correggere il portamento obbligandoci ad una posizione a spalle aperte e schiena dritta;

-appiattire il ventre

-lenire il mal di schiena alleggerendo il peso del corpo normalmente sostenuto in toto dalla colonna.

Un corsetto modellante deve stringere molto il nostro torace; deve essere quasi problematico indossarlo, per trarre i maggiori benefici. I materiali migliori sono il lattice naturale in quanto non completamente rigido consente quel minimo di estensione giusto per essere indossato e cinge la zona in modo confortevole e completo.

Il miglior corsetto stringivita avrà le stecche, impercettibili se di buona qualità. Le stecche del corsetto servono per mantenerne forma e posizione dello stesso ma non devono dare fastidio durante i movimenti. Il corsetto dovrebbe essere rivestito in puro cotone per il contatto con la pelle. Il lattice naturale non crea un effetto sauna e lascia traspirare la pelle ma il rivestimento esterno con il cotone 100% è importante.

Tra i corsetti modellanti ne troviamo di diversi modelli, taluni con altezza minore, di circa 20 cm, talaltri più allti, con un sostegno che da sotto il seno/petto arrivano al pube, perfetti per chi cerca un sostegno importante.  Tutti utilizzabili e consigliabili sia per l’uomo che per la donna.

Se vogliamo poi continuare a farci del bene, possiamo propendere per un corsetto modellante invisibile da indossare tutto il giorno nascosto sotto gli abiti il quale aiuterà la nostra schiena e il nostro portamento per tutte le ore del giorno e inoltre slancerà la nostra figura in modo invidiabile appiattendo anche il nostro ventre.

Imprescindibile e non trascurabile per chi soffre di problemi alla schiena, è avere un addome forte ed allenato ragion per cui invito tutti ad allenare la parete addominale con costanza e con movimenti corretti.

Detto cio’ auguro un buona allenamento a tutti.