COME DIMAGRIRE FACILMENTE

COME DIMAGRIRE FACILMENTE
Vota il post

Sta arrivando la bella stagione e con essa anche la voglia di rimettersi in forma. Perdere peso non permette solo di sentirsi bene con se stessi ed avere un fisico più bello e più tonico, ma  ne trarrà sicuramente giovamento anche la tua salute. Infatti il grasso in eccesso può portare a diverse patologie ed è considerato ormai a tutti gli effetti un tessuto endocrino correlato fortemente allo stato di infiammazione dell’organismo. Quindi è ora di  rimettersi in forma, senza dimenticare che quello che deve cambiare è il tuo intero stile di vita, non solo l’alimentazione.

COME PERDERE PESO

Come prima cosa non dobbiamo essere ossessionati dal peso. E’ vero che il peso è un parametro fondamentale, ma una diminuzione di peso non è sempre necessariamente una cosa positiva. Infatti, soprattutto se si seguono diete fai da te oppure consigliate da persone non esperte, si possono perdere dei kg, ma sicuramente si andrà a perdere della massa magra, parte fondamentale che ci permette di bruciare le kcal in eccesso. Avendo minore massa magra, una volta smessa la dieta, recupereremo i kg persi nel modo sbagliato. Ecco perché consiglio di eseguire un esame bioimpedenziometrico, che permette di capire quale è la percentuale di peso costituito dall’acqua corporea, quale dalla massa magra e quale dalla massa grassa. Se vuoi perdere peso in modo definitivo, devi affidarti alla mani di biologi nutrizionisti, che elaborando diete personalizzate e monitorando la perdita di peso, possono aiutarti a perdere solo tessuto adiposo prevendo la perdita di massa magra. Quindi fate attenzione ai cali di peso repentini, è bene non perdere più di 0.5-1kg a settimana. La dieta, che spesso significa solamente eliminare qualche cibo a favore di altri più salutari, deve essere associata sempre a una adeguata attività fisica e a uno stile di vita più salutare. L’attività fisica non ti aiuta solo a bruciare kcal ma evita anche la perdita di massa muscolare. Anche lo stile di vita deve essere adeguato: non serve a nulla seguire una dieta rigida se poi nel fine settimana ci si dà alla pazza gioia con alcolici di qualsiasi genere in quanto l’alcol fornisce moltissime kcal che vanno a trasformarsi direttamente in tessuto adiposo, oltre a non fare per l’organismo.

COME DIMAGRIRE SULLA PANCIA

Su internet troviamo diverse diete che promettono di far dimagrire in modo specifico in un solo punto del corpo. Sbagliato. Nessuna dieta può farti dimagrire in modo mirato. La perdita di peso avviene in modo generalizzato, anzi solitamente ci sono punti nel corpo in cui il grasso viene perso più difficilmente, come ad esempio nella donna la zona dei fianchi (per una questione evoluzionistica di mantenimento della specie). Il dimagrimento sulla pancia avverrà di pari passo con quello del resto del corpo. Quello che però potrai notare, soprattutto all’inizio di una dieta sana, è la sensazione di gonfiore che sparisce. Alcuni cibi, soprattutto quelli molto grassi, causano una cattiva digestione e una sensazione di gonfiore, quindi, eliminandoli dalla dieta, ti sentirai sicuramente meglio. Attenzione inoltre alla sensibilità personale verso alcuni alimenti: se sapete che un tal cibo vi provoca gonfiore di stomaco o pesantezza (come ad esempio i legumi, o i latticini) allora cercate di limitarlo. E’ fondamentale inoltre l’idratazione bevendo a piccoli sorsi durante tutta la giornata e lontano dai pasti. Durante il pranzo e la cena, bevete solo un bicchiere di acqua non gasata, poiché l’acqua in eccesso durante la digestione potrebbe rallentarla o ostacolarla e comunque non si distribuirebbe in modo omogeneo. Se volete ottenere una pancia piatta, dovete unire alla dieta degli esercizi mirati per gli addominali. Dedicate un quarto d’ora del vostro tempo ad esercizi per gli addominali e vedrete lentamente sparire la vostra pancia.

COME DIMAGRIRE SU GAMBE E COSCIE

Come detto prima la dieta non permette un dimagrimento localizzato. Per il sesso femminile, le gambe sono uno dei punti critici. E’ quindi buona cosa associare un programma di esercizio fisico mirato a rassodare gambe e cosce. Soprattutto per chi ha la cellulite, non bisogna dedicarsi ore e ore a sport aerobici che stimolano ancora di più il processo infiammatorio, come la corsa. E’ bene invece fare esercizi a corpo libero e in seguito anche con dei pesi, per rassodare in maniera mirata le zone critiche. Ci sono alcuni integratori che possono favorire la circolazione sanguinea e la sintesi di collagene come l’estratto di tè verde, il Ginko biloba il magnesio e l’estratto di melograno.

DIETA PER DIMAGRIRE

Come detto in precedenza è bene evitare i fai da te ed affidarsi alla mani di un nutrizionista. Una dieta equilibrata dovrebbe però consentire il giusto apporto di carboidrati (50-55%), previlegiando quelli complessi e riducendo gli zuccheri semplici, proteine (15-20%) sia di origine animale che vegetale, e grassi (25-30%) privilegiando gli acidi grassi insaturi e riducendo al minimo quelli trans derivati dalla lavorazione industriale. La verdura dovrebbe essere mangiata sia a pranzo che a cena, sia cotta che cruda, alternando i vari ortaggi a seconda della stagione. Anche la frutta dovrebbe essere consumata tutti i giorni, senza esagerare in quanto contiene zuccheri semplici. Come grassi si deve prediligere l’olio extravergine di oliva, la frutta secca e i pesci ricchi di omega 3, diminuendo invece i grassi di origine animale. Come detto prima, bisogna evitare tutti i superalcolici e alcolici se non in rare eccezioni cosi come i fritti, salatini, cibi in scatola, impanati, sottaceti, il burro, il lardo, la pancetta, lo strutto, i dolci, le merendine. Anche la cottura ha una importanza fondamentale in quanto bisogna preferire i metodi di cottura semplici  come alla griglia, al vapore, in pentola pressione, al forno, in umido, al cartoccio. Poiché l’inizio della digestione avviene in bocca, bisogna mangiare con calma e masticando bene evitando di fare altre cose intanto che si sta mangiando. Questi sono solo alcuni consigli, ma che potrebbero tornarvi molto utili.